Storia

STORIA DELLA POLISPORTIVA CITTADELLA CALCIO

Image
Image
Image

Alla fine degli anni ’60 un gruppo di genitori con pochi mezzi e risorse danno vitta alla Polisportiva Cittadella, nell’omonima piazza, nei locali adiacenti la Chiesa di S.Antonio, grazie al fondamentale contributo umano e spirituale dei frati francescani, sempre vivi nel nostro ricordo ( il parroco padre Bianconi ed i frati Benedetto, Anastasio, Patrizio e “Paolino”).

All’interno della Polisportiva prende corpo:

 il Settore Calcio, sotto la guida energica dei compianti Romano Pedroni (primo presidente), di “Giovannino”, uomo tuttofare che con affetto ricordiamo e di Luigi Cusinich che ci portava in trasferta caricandoci tutti sul furgone Ford Parrocchiale;

 il Settore Pallavolo Femminile, grazie all’impulso dell’instancabile e appassionato Luigi Mai, dirigente, accompagnatore, allenatore;

 il Settore Atletica guidato dall’energia e dal carisma di Gianni Ferraguti (il “baffo” da allora non si è mai fermato e oggi è presidente della società di atletica Mollificio Modenese Cittadella), con la sua prima storica atlteta Chiara Rubbiani.

La Polisportiva Cittadella cresce giorno dopo giorno e nei primi anni ’70 conta circa 200 atleti residenti nel quartiere S.Cataldo e Centro Storico. Molti atleti di quegli anni amano ricordare lo spirito di aggregazione, di amicizia e la grande solidarietà. Tra i “ricordi simbolo” citiamo il giorno 8 dicembre 1973, primo meeting di “corsa campestre” organizzato dal Settore Atletica all’interno di Piazza D’Armi (oggi Parco Novi Sad), con la partecipazione di di diverse società sportive da tutta la provincia e, con nostra grande soddisfazione, di tutti gli atleti tre Settori della Polisportiva (atletica, calcio e pallavolo).
I podisiti si allenavano in Piazza d’Armi (un caro ricordo a Giulio, uno dei primi preparatori). Il primo campo di pallavolo era stato ricavato sul lato sinistro del piazzale della chiesa di S.Antonio e, sul lato destro, sorgeva lo storico “campetto” di calcio per gli allenamenti (ancora oggi visibile passando da via Padre Candido).
A metà degli anni ’70, viene realizzato a fianco della piazza Cittadella il primo campo uffuciale, abilitato alle squadre fino agli allievi.
Ricordiamo con orgoglio la squadra iscritt al campionato di Terza Categoria. Tra questi, oltre al compianto Corrado Pamboni, ringraziamo l’allenatore della squadra esordienti Francesco Sala (medico sportivo del Modena in Serie A), Paolo Bernardini (prima allenatore degli allievi ed in seguito della Terza Categoria, oltre che dirigente), Silvio Tonini (Segretario e primo allenatore del settore giovanile) e Ferruccio Beghi (accompagnatore, allenatore, presidente e attuale segretario).
Alla fine degli anni ’70 la società ottiene importanti risultati con le squadre degli Allievi e dei Giovanissimi, allenate rispettivamente da Paolo Bernardelli e Andrea Chiossi. Nel 1979 i Giovanissimi vincono il campionato provinciale e, nelle fasi finali, risultano al secondo posto in regione. Nel 1980 lo storico impianto di calcio viene chiuso, il Settore Calcio esce dalla Polisportiva e dà origine alla società “Pol. Cittadella Calcio” che trasferisce la sua sede in via C.Costa dove ottiene dal Comune di Modena l’assegnazione del nuovo impianto intitolato alla memoria di Giuseppe Botti, atleta decano del calcio dilettantistico modenese, al quale ha dedicato oltre 50 anni della propria esistenzaProprio nel primo memoria del 1981 a lui dedicato, la Cittadella batte in finale le Morane per 2-0 con rete di Massimo Botti, nipote del celebre “Pippo”
La Polisportiva Cittadella Calcio mantiene i propri colori sociali (arancio e nero) ed anche il caratteristico logo a pentagono della Cittadella. Un affettuoso ricordo in memoria dei soci che tra la fine degli anni ’70 ed i primi anni ’80 contribuirono a tenere uniti e coesi atleti, dirigenti e corpo sociale con la forza basata sul volontariato: Romano Pedroni (Pedro), Ennio Lei, Ivani Pastorelli (Pasto), Giorgio Mantovani (al Moro) e Giuliano Botti. A livello sportivo, citiamo un episodio singolare: nel 1980 gli Allievi Figc arrivarono secondi dopo avere perso a tavolino l’ultima partita perchè il custode del campo di Albareto non aprì l’impianto all’orario previsto. Nello stesso anno l’appena sedicenne Roberto Borsari effettua un provino nelle giovanili dell’Inter e l’anno seguente accetta di giocare nella primavera del Modena. Nel 1981 i nostri piccoli atleti di 8 anni vincono la Coppa Scarabocchio provinciale e si piazzano secondi a livello regionale. Citiamo con orgoglio l’anno 1985 non solo per il secondo posto assoluto Allievi Figc ma anche per la cessione a fine stagione di ben 7 atleti alla Reggiana, allora militante in Serie A. Nel 1988 la prima squadra ottiene la tanto agognata promozione in seconda categoria (All. Bernardelli). Un grazie di cuore a Renato Riccò, primo (e unico…) sponsor ufficiale di quel difficile decennio 1985/1995, per l’affetto e la collaborazione che ci ha sempre riservato.

STORIA DELLA SOCIETA’ VIS S. PAOLO

title
title

Nel 1977 prende vita in via Rangoni, nel quartiere San Faustino, nel perimetro della Parrocchia Beata Vergine Addolorata, l società do calcio  VIS S. PAOLO, nata dalla fusione di due piccole società, la Vis Modena e la San Paolo. La società, grazie al supporto di alcuni soci, al sostegno della Parrocchia (Don Gianni Vignocchi) ed al contributo sul campo da parte di diversi volontari, raccoglie intorno a sè 90 atleti suddivisi in cinque squadre. Con affetto e ringraziamento ricordiamo la prima stagione 1978 sotto la guida del Presidente Sergio Ligabue, il vice Carlo Barmuni, i dirigenti attivisti Vittorino Sala, Alvise Cantaroni, Uber Ascari, Emilio De Vercelli, Teseo Barbolini, Luigi Bartolomasi, Ugo Bagnoli.
Il settore tecnico era gestito con grande passione e competenza dal direttore sportivo Ermanno Barbolini (anche allenatore degli allievi), coadiuvato dagli allenatori Sergio Gammaitoni, Giovanni Savani (anche segretario della società), Adelmo Ponzoni, Uber Ascari e Alberto Brini, senza dimenticare il massaggiatore e supertifoso Maurizio Riva. Nei successivi 10 anno di attività, la società ottiene una serie di successi e di piazzamenti importanti, in particolare nella categoria Allievi, ottenendo il primo posto nel 1979 (CSI provinciali e Figc regionali), nel 1983 e nel 1985 (Figc regionali) ed il secondo posto negli anni 1980, 1981 e 1984.

NASCITA DELLA SOCIETA’ SPORTIVA CITTADELLA VIS S.PAOLO

Alla fine degli anni ’80 i dirigenti delle società Pol. Cittadella Calcio e Vis S.Paolo iniziano una serie di incontri per valutare le possibili sinergie per il settore giovanile e, in breve tempo, trovano convergenze di idee e di intenti.
Il 30 giugno 1989 i Presidenti delle due società, Giuseppe Baldini (Pol. Cittadella Calcio) e Vittorino Sala (Vis S.Paolo), danno origine alla nuova Società Sportiva Cittadella Vis S. Paolo, con sede in via C. Costa, 77 a Modena. Il primo verbale ufficiale della nuova società stabilisce le nuove cariche sociali: Presidente Giuseppe Baldini, vice Presidenti Vittorino Sala e Romano Pedroni, Segretario Ivano Pastorelli, Cassiere Pier Giorgio Vigarani, Direttore Sportivi Ermanno Barbolini e Luca Bagnoli, Consiglieri Gian Carlo Della Casa, Alberto Banchieri e Omar Campioli. A queste persone saremo eternamente grati per aver trovato il giusto cammino della nostra società.
Nel primo anno sportivo 1989/1990 la società vanta ben 12 squadre circa 200 atleti/calciatori e risulta iscritta al campionato di calcio di Seconda Categoria Figc/Lnd; si avvale del campo Botti di via Costa ed utilizza come campo di allenamento l’impianto presso la Parrocchia Beata Vergine Addolorata.
A livello sportivo citiamo nel 1993 una nuova promozione in seconda categoria (All.Manni) ed un insperato secondo posto l’anno successivo (All. Barozzi) de ancora, negli anni seguenti, sotto la guida di diversi allenatori quali Manni, Muratori, Cantaroni, ottimi piazzamenti ai vertici della categoria. Sempre nella prima metà degli anni ’90, la Società ottiene il numero di partita IVA e chiude contratti di pubblicità e piccole sponsorizzazioni legate agli eventi sportivi. Queste iniziative permettono di acquistare materiale sportivo ed attrezzature per la realizzazione della prima scuola di calcio.

LA SCUOLA CALCIO

Nel 1996 nasce la prima “Scuola Calcio”, affiliata Figc e CONI, con istruttori diplomati ISEF, riservata ai ragazzi dai 6 ai 12 anni, sotto la guida sapiente e paziente di Claudio Ballestrazzi, scomparso prematuramente nel 2000, lasciando un vuoto incolmabile. In pochi anni la Scuola Calcio allarga il proprio bacino grazie anche alle quote di iscrizione molto contenute e alla sensibilità della società di venire incontro alle esigenze delle famiglie meno abbienti. Diversi allenatori si sono susseguiti nel tempo: non potendoli citare tutti, salutiamo con particolare affetto la presenza nel 2010 di Roberto “Baffo Goal” Bellinazzi e del figlio Davide per lo splendido primo posto nel campionato Pulcini.
Ancora oggi la Scuola Calcio, che vede iscritti oltre 50 giovani atleti, sotto la guida esperta del responsabile del settore giovanile Erasmo Barbieri si ispira ai valori dell’onestà, del rispetto e dell’insegnamento della disciplina sportiva.

LA CONQUISTA DELLA PROMOZIONE

Nel campionato 2009/2010 la squadra di Seconda Categoria ottiene la promozione al campionato di Prima Categoria, unica società della città di Modena (oltre al Modena F.C.). Questo importante traguardo è stato possibile grazie al lavoro degli ultimi cinque anni di mister Roberto Cantaroni (già calciatore della società Vis S.Paolo) e grazie anche all’apporto di ottimi collaboratori (il Ds Pietro Buttitta, i team manager Michele Marchesini e Stefano Luppi, il preparatore atletico Massimo Pedroni, l’allenatore dei portieri Roberto Zanasi ed il massaggiatore dirigente Achille Calzolari).
Nell’annata 2013/2014 il Cittadella Vis S.Paolo con la vittoria nell’ultima giornata con il Sala Bolognese (2-0) ottiene il secondo posto nel competitivo girone D di Prima Categoria, guadagnandosi così la possibilità di giocare, per la prima volta nella sua storia, il campionato di Promozione.  Alla guida dei ragazzi che hanno firmato questa impresa il tecnico di mille battaglie Roberto Cantaroni, questa sarà la sua tredicesima annata sulla panchina modenese, coadiuvato dal vice Massimo Pedroni, il Direttore Sportivo Pietro Buttitta, il Direttore Tecnico Michele Marchesini e il Team Manager Stefano Luppi.

title

LA SCALATA CONTINUA: CITTADELLA IN ECCELLENZA

title

Nella prima storica stagione in Promozione la Cittadella si presenta da neo promossa con l’idea di giocare una stagione tranquilla per stabilizzarsi nella nuova categoria, ma la dirigenza ha lavorato bene sul mercato, confermando un nucleo che ormai si conosce da tempo, impreziosito da giovani di talento. Partita dopo partita la squadra di Cantaroni si fa apprezzare per il bel gioco e i tanti buoni risultati che riesce ad inanellare. I biancoblù raggiungono così la vetta della graduatoria. La lotta però è molto serrata, ci sono squadre importanti come Sant’Agostino, Carpineti e Solierese. Quest’ultima verso le ultime curve raggiunge in testa i nostri ragazzi che però non ci stanno a cedere un trono che si sono conquistati con sudore, fatica e d impegno.
Il 3 maggio è l’appuntamento con la STORIA: al Botti arriva il Real Modena Montale. La Cittadella deve vincere per aggiudicarsi il torneo e le gambe non tremano: il 3-1 firmato dalla doppietta di El Madi e la rete di Gripshi mandano in estasi tutti i tifosi accorsi al campo.

E’ ECCELLENZA, LA CITTADELLA CONTINUA A VOLARE SEMPRE PIU’ IN ALTO

title